Consigli su Revisione Moto

La moto è da sempre uno dei veicoli che fa maggiormente sognare e a cui viene attribuito un senso di libertà. Tuttavia ogni motociclista che si rispetti sa che la moto è un mezzo, sì estremamente potente, ma che ha bisogno della giusta manutenzione per assicurare sia le prestazioni che la sicurezza sempre necessaria.

 

Infatti il senso di libertà conferito da una moto è bilanciato dall'esposizione del suo pilota ed eventuale passeggero ad eventi spiacevoli in quanto tra loro e gli elementi esterni manca ogni tipo di protezione (se non quelle indossate), come carrozzeria o airbag. Pertanto è sempre bene sincerarsi che il nostro mezzo sia nella miglior condizione per potersi muovere liberamente e garantirci la sicurezza necessaria nel non dover mai incorrere in incidenti provocati da malfunzionamenti o perdita di prestazioni.

 

Il miglior modo per assicurarci di ridurre al minimo il rischio di problematiche e criticità consiste nel provvedere a una manutenzione accurata e precisa da effettuare periodicamente. Inoltre ogni 2 anni è necessario far effettuare alla propria moto, esattamente come per le auto, una revisione obbligatoria completa sulle principali funzioni del veicolo.

 

Durante le revisioni i tecnici della Motorizzazione Civile o di officine autorizzate provvederanno ad effettuare una serie di controlli volti ad assicurarsi che il mezzo rispetti tutte le vigenti norme del codice della strada e risulti essere sicuro e affidabile oltre che in regola con le norme per il rispetto dell'ambiente e dell’inquinamento acustico.

 

È importante rivolgersi a professionisti preparati ed efficienti per evitare di ricevere esito negativo in fase di revisione con conseguenti costi aggiunti oltre a fastidi provocati dal non poter circolare con il veicolo sino al superamento della revisione stessa.

 

La revisione quindi, è un controllo obbligatorio da effettuare con cadenza biennale (solo nel caso di un nuovo mezzo la prima revisione andrà effettuata dopo 4 anni) presso uno dei centri convenzionati o presso la Motorizzazione Civile. In caso di esito positivo verrà allegato al libretto un attestato di avvenuta revisione positiva.

 

Cosa comporta la Revisione

Durante la revisione verranno verificati e controllati i principali elementi della moto.

Ad esempio la carrozzeria non dovrà presentare rotture mentre il telaio e la catena non dovranno avere segni di ruggine che potrebbe indebolirne la struttura e romperla. La moto o il motociclo dovrà avere luci in grado di illuminare la strada e, sia le luci di posizione che le luci di segnalazione dovranno essere perfettamente funzionanti e visibili dagli altri mezzi. I freni dovranno risultare in buono stato e sia il disco che le pasticche dovranno essere in buone condizioni e non presentare segni di ruggine o eccessiva usura.

 

Il controllo delle sospensioni dovrà verificarne l'efficienza in quanto le sospensioni sono un elemento che determina la guidabilità di un veicolo a due ruote e circolare con sospensioni scariche, o peggio esaurite, può risultare molto pericoloso.

 

Tra i vari controlli viene effettuato anche quello della targa che deve avere un'angolatura non troppo verticale né troppo inclinata in maniera da renderla facilmente visibile ad un controllo da parte della polizia o delle forze dell’ordine.

 

Lo scarico e i gas emessi devono essere in linea con la normativa corrente europea in maniera da garantire il minor inquinamento possibile e la marmitta non deve superare il limite di decibel emessi consentiti per legge (inquinamento acustico).

 

La parte generalmente più critica (ed onerosa) della revisione riguarda gli pneumatici in quanto, come per i mezzi a quattro ruote, questi devono essere in buono stato ed avere un battistrada non usurato e con la giusta profondità. Se le gomme risultassero essere troppo usurate sarà necessario provvedere alla sostituzione delle stesse con un paio che sia in grado di offrire la giusta sicurezza e affidabilità sulla moto. Nelle moto e nei motocicli i pneumatici sono un elemento tra i più critici, specie se paragonati alle vetture a quattro ruote, in quanto, essendo la potenza del motore scaricata direttamente a terra, l'eventuale perdita di aderenza comporterebbe la caduta del mezzo e del pilota con tutte le conseguenze che essa comporta, quali danni alle parti sporgenti, alla carrozzeria, oltre ad eventuali problemi per il pilota stesso.

 

Come per le auto è importante che anche le moto abbiano montati componenti, accessori, cerchi e pneumatici che siano omologati. Per verificare se tutti componenti sono omologati ci si può rivolgere a un’officina specializzata che potrà offrirci una consulenza oppure presso il negozio dove sono stati acquistati quei particolari componenti.

 

Per quel che riguarda cerchi e pneumatici un controllo sul libretto di circolazione potrà fugare ogni dubbio in quanto se i numeri che rappresentano le misure dei nostri pneumatici sono presenti sul libretto sicuramente siamo in regola, altrimenti bisogna provvedere ad un’immediata sostituzione con cerchi e gomme omologati per la nostra moto. Per altri elementi, come ad esempio gli specchietti, si rende necessario controllare che sul vetro sia presente un particolare simbolo di omologazione rilasciato direttamente dal Ministero dei Trasporti. In questo caso è importante tenere presente che gli specchietti devono sempre essere due, uno a destra e uno a sinistra, la mancanza di uno dei due comporta il non superamento della revisione.

 

Nel caso si sia provveduto a cambiare la marmitta di serie bisogna controllare che la nuova marmitta rispetti i parametri di inquinamento acustico previsti dalla normativa e soprattutto che rispetti i parametri delle emissioni inquinanti. È importante che la marmitta abbia il db killer installato in quanto rimuovere il db killer è un’azione che può comportare multe e sanzioni in caso di controllo da parte delle forze dell’ordine.

 

Costi Revisione e Sanzioni in caso di mancata effettuazione

Nel caso ci si dimenticasse di effettuare la revisione del proprio mezzo e si venisse fermati dalle forze dell'ordine si incorrerebbe in una severa sanzione amministrativa e ci sarebbe l’immediato sequestro del libretto di circolazione del mezzo che non potrà più essere spostato (se non a rimorchio o a bordo di un altro mezzo o a spinta) dal posto in cui si trova.

 

I costi e le tariffe relative alla revisione al proprio mezzo si aggirano intorno ai 65 euro a cui vanno aggiunti i costi di manodopera per la sistemazione di eventuali criticità sul mezzo. Per ridurre al minimo il prezzo della revisione e avere sempre la garanzia di un mezzo sicuro, efficiente ed affidabile è consigliabile provvedere a controlli regolari presso officine specializzate, come i Driver Center Pirelli.

 

Le officine Driver Center offrono un servizio di verifica e controllo per motoveicoli e ciclomotori in grado di garantire sia la sicurezza del mezzo che il superamento della revisione. Grazie alle attrezzature specifiche presenti in officina, i tecnici Driver Center sono in grado di verificare l’effettivo stato del veicolo e correggere eventuali anomalie e problematiche che comporterebbero una violazione del codice della strada e conseguentemente multe e sanzioni.

 

Inoltre, presso i Driver Center, troverai gommisti preparati in grado di montare le gomme top di gamma delle migliori marche e potrai usufruire di offerte e promozioni su tutti gli pneumatici per moto e motocicli, come ad esempio le Gomme Pirelli, di qualsiasi marca e modello, incluse le moto d'epoca, essi siano.

Le officine Driver Center offrono un servizio completo di riparazione guasti, elettrici, meccanici o al telaio, per moto e motorini dovuti anche ad incidenti di grave entità.

 

I Driver Center infine, sono in grado di offrire un servizio di assistenza legale su pratiche assicurative.